Attività delle Fondazioni >> Libera Accademia delle Lingue Europee e Orientali L.A.L.E.O.
 
Indirizzo Largo S.Antonio
Città Santa Severina (KR)
CAP 88832
Recapito telefonico 0962/51062 -0962/51653
Fax 0962/555921
E-mail ocmcap@tin.it
Orari Apertura Periodo giugno –settembre  tutti i giorni 00-24
Direttore Prof.Parisi Don Serafino

L’attività principale della L.A.L.E.O. – Libera Accademia delle Lingue Europee ed Orientali consta nella realizzazione di corsi di lingua italiana diretti a studenti stranieri. L’attività di L.A.L.E.O. comprende sia l’organizzazione e la realizzazione vera e propria dei corsi, tramite l’impiego di docenti selezionati di elevato profilo e grande esperienza e competenza, ma anche l’accoglienza degli studenti che arrivano a Santa Severina e che vengono ospitati presso uno stabile (ex convento) di proprietà del comune dove trovano vitto e alloggio.
LALEO quindi si occupa principalmente dell’attività formativa-scolastica mentre il comune di tutta la logistica legata alla permanenza degli studenti a Santa Severina (vitto, alloggio, pulizie, guardiania, ecc.).
La pretesa della Libera Accademia delle Lingue Europee ed Orientali è quella di contribuire alla riscoperta delle radici culturali comuni dei popoli che si affacciano sul Mediterraneo.

Il progetto di istituire a Santa Severina una Scuola Superiore di lingue, al quale si lavorava da lungo tempo, fu attuato nel Dicembre del 2000 allorquando, in una pubblica conferenza tenuta nei Saloni del Castello di Santa Severina, venne presentata la LALEO, fortemente voluta dalla locale Amministrazione Comunale. Il nome, che è una sigla che sta per Libera Accademia delle Lingue Europee ed Orientali, è anche una voce del verbo greco lalein, la prima persona singolare del presente indicativo, che significa "io parlo", nel senso di “colloquiare amichevolmente”.
È il verbo che indica meglio il dialogo, l'incontro. Il punto di partenza che ha animato il “progetto-Laleo” è che lo studio delle caratteristiche e delle differenze degli altri popoli facilita molto ogni impresa di comunicazione, di dialogo e di incontro. La Libera Accademia delle Lingue Europee ed Orientali (L.A.L.E.O.) è stata istituita con Delibera del Consiglio Comunale di Santa Severina n° 78 del 29/11/2000.
Con Delibera del Consiglio Comunale di Santa Severina n° 76 del 17/10/2001 è stata approvata una Convenzione con l’Amministrazione Provinciale di Crotone, l’Università di Messina e l’Università per Stranieri di Reggio Calabria per attuare il progetto di valorizzazione dell’elemento linguistico quale necessario ed imprescindibile strumento di comunicazione tra i popoli del Mediterraneo, mediante l’attivazione di corsi di lingua per studenti stranieri. La L.A.L.E.O ha formalmente iniziato la propria attività nel mese di novembre 2001 e a tutt’oggi continua ad operare con grandi risultati.
L’attività della LALEO è per il borgo di Santa Severina non solo un vanto ma una fucina di sviluppo culturale ed interculturale e, nel tempo, servirà a rafforzare gli scambi culturali ed economici fra la Calabria e i paesi dell’Europa Orientale e contribuirà, ancora di più a fare diventare la Calabria, nell’ottica dell’allargamento dell’Europa, il principale ponte di collegamento con l’Est.

ATTIVITA' SVOLTE NEGLI ULTIMI 3 ANNI

L’attività della LALEO, oltre alla formazione linguistica, prevede anche la realizzazione di azioni ed eventi culturali ad hoc (workshop, incontri, conferenze, scambi, ecc.) organizzati di volta in volta e legati a temi specifici di interesse; LALEO lavora in stretta collaborazione con il comune di Santa Severina e con gli altri enti del territorio (soprattutto Provincia e Regione).
Inoltre LALEO è convenzionata con il centro Linguistico dell’Ateneo dell’Università della Calabria di Cosenza.

Parallelamente all’attività in loco, la LALEO, nel tempo ha siglato una serie di protocolli d’intesa: tra l’Istituto di Scienze Umane di Mariupol - Università di Donetsk- l’Università per Stranieri “ D.Alighieri” di Reggio Calabria, l’Amministrazione Provinciale di Crotone promuovendo numerosi scambi culturali e, nel 2007, un corso di insegnamento della lingua italiana e della Cultura Calabrese presso l’Università di Donetsk in Ucraina.Tale protocollo prevedeva, tra l’altro:

1) la preparazione di personale educativo e didattico per scambi, visite, seminari di studio;
2) la partecipazione di insegnanti delle due regioni ad incontri scientifici;
3) l’approfondimento ed ampliamento della conoscenza della letteratura calabrese e di quella dell’area grecanica.

Grazie all’attività della LIBERA ACCADEMIA DELLE LINGUE EUROPEE E ORIENTALI studenti calabresi hanno potuto seguire corsi di lingua rumena presso l’Università di Costanza in Romania, con l’ausilio di borse di studio messe a disposizione dall’Università di Costanza, nell’ambito degli scambi culturali e didattici fra la LALEO e l’università rumena.

Sono stati poi sottoscritti i seguenti Protocolli di Intesa:

-Protocollo di Intesa tra il Comune e l’Istituto Italiano di Cultura di Kiev;
-Protocollo di Intesa tra il Comune e la Citta di Cetinje del Montenegro;
-Progetto esecutivo Culturale tra il Comune, l’UNICAL e L’università di Scienze Umane di Mariupol (Ucraina);
-Protocollo di Intesa tra il Comune, l’ISCAPI , il Consolato Generale d’Italia di Bahia Blanca e la Citta di Viedma (Argentina);
-Protocollo di Intesa per la promozione di corsi di lingua italiana per studenti di Santo Domingo presso la LALEO.
-Convenzione con l’Università della Calabria per attività di didattica, coordinamento e certificazione dell’attività formativa della LALEO.

Dal 2007 al 2009, la LALEO ha collaborato nella realizzazione dei corsi di lingua italiana per studenti stranieri con ISCaPI, un Istituto accreditato come agenzia di formazione presso la Regione Calabria e convenzionato con il Centro per la Valutazione e la Certificazione Linguistica dell’Università per Stranieri di Perugia per l’erogazione della Certificazione CELI - per l’italiano generale - e CIC - per l’italiano commerciale.

Relazioni Internazionali

> 17 maggio 2008, Visita dell’Ambasciatore dell’Honduras
L’Ambasciatore Roberto Ochoa Madrid ha manifestato tutto il suo apprezzamento per le bellezze artistiche e paesaggistiche della Regione, ringraziando i presenti per il calore e l’accoglienza ricevuta. “Partecipare a questi incontri – ha dichiarato durante il consiglio comunale in seduta pubblica – è stato molto utile, non solo per conoscere una regione da me non ancora visitata, ma anche per capire l’importanza che può derivare dagli scambi culturali per i ragazzi universitari del mio Paese. I giovani Honduregni saranno ben lieti di venire a studiare in Calabria per conoscere tali bellezze e per vivere insieme il vostro popolo.”Nell’andar via, infatti, l’Ambasciatore ha espresso il suo entusiasmo per quanto ha potuto vedere e conoscere, e manifestato la propria volontà di creare proficue iniziative di cooperazione culturale e commerciale tra i due Paesi.

> 18 e 19 luglio 2008, Visita al Comune di Santa Severina dell’Ambasciatore del Perù.
Il 18 e 19 luglio 2008, l’Ambasciatore del Perù ha incontrato, per la seconda volta a distanza di pochi mesi , il Consiglio Comunale e il Baby Consiglio di Santa Severina.
La visita presso il Comune è stata fortemente voluta dallo stesso Ambasciatore al fine di incontrare gli studenti stranieri della Scuola della Sapienza, prima dell’arrivo dei ragazzi peruviani.

> Dal 20 al 25 ottobre 2008, Delegazione Argentina in Calabria
È stato un programma decisamente ricco di incontri quello organizzato per l’autorevole gruppo argentino che ha visitato i centri più belli della nostra regione. La delegazione ospite era composta da : Jorge Ferreira, Sindaco Comune di Viedma, Alejandro Arizcuren, Assessore Comune di Viedma, Luis Nievas, Assessore Comune di Viedma , Jorge Pascual, Provincia Rio Negro Vice Presidente della Prima Legislatura, Luis Bardeggia, Provincia Rio Negro, Prof. Roberto Brardinelli, Professore Università Nazionale di Quilmes (Buenos- Aires).
La visita è stata scandita da una serie di appuntamenti e incontri con autorità del territorio, tra cui il Comune di Santa Severina con l’intento di favorire scambi interculturali tra i due paesi.
Durante la loro permanenza, i membri della delegazione hanno avuto modo di visitare la Scuola e constatare di persona la bellezza paesaggistica del paese e la competenza dei coordinatori e responsabili didattici che si relazionano con i numerosi studenti argentini.

> Dal 22 al 25 maggio 2008, Evento Nazionale Erasmus
Dal 22 al 25 Maggio 2008 si è svolto l’ Evento Nazionale Erasmus, una manifestazione promossa da Erasmus Student Network Italia (ESN) che coinvolge tutti gli studenti – soprattutto stranieri - che svolgono l’Erasmus presso le Università italiane
L’ Istituto Superiore Calabrese di Politiche Internazionali – riconoscendo in tale iniziativa sia un valore atto alla promozione del patrimonio storico, artistico e culturale della regione Calabria, sia un’occasione per sviluppare conoscenze e stabilire nuovi contatti tra università, studenti ed istituzioni in vista di eventuali ulteriori collaborazioni e progetti futuri – ha collaborato all’organizzazione della conferenza “Erasmus e dialogo interculturale”.
Inoltre, per gli studenti Erasmus sono stati organizzate delle visite turistiche presso il Comune di Santa Severina e di Isola Capo Rizzuto.

> 28 luglio 2008, Educazione alla Pace. Cooperazione e dialogo per uno sviluppo globale - Visita del Presidente Lech Walesa, Premio Nobel per la Pace 1983
La Calabria, nel 2008, ha partecipato, quale unica Regione italiana partner, al Summit dei Premi Nobel per la Pace, organizzato dalla Fondazione Gorbaciov e dal Comune di Roma, ed è stata, inoltre, la prima Regione ad aver adottato già nell’estate del 2007 la "Carta per un mondo senza violenza" (già sottoscritta da numerosi Premi Nobel per la Pace) sposando in tal modo il solenne appello rivolto dai Premi Nobel alla comunità internazionale affinché venga contrastata ogni forma di violenza: dal conflitto armato alla povertà, dallo sfruttamento economico alla distruzione dell’ambiente. E’ – dunque- considerando tale ambito che l’Istituto Superiore Calabrese di Politiche Internazionali ha deciso di accogliere in Calabria il Presidente Lech Walesa, Premio Nobel per la Pace 1983 e leader del movimento Solidarnosc. Il Presidente Walesa è stato ospitato presso il Comune di Santa Severina, ad accompagnarlo il Console Generale ed il Vice- Console della Repubblica Polacca, rispettivamente Gerard Pokruszynski e Monica Pucilowska, il Presidente del Lech Walesa Institute - Foundation (ILW) Piotr Gulczynsky ed il Vice Presidente del Segretariato Permanente dei Premi Nobel per la Pace, Enzo Cursio. Tale visita ha senz’altro contribuito a realizzare attività di scambio interculturale tra la Calabria e la Polonia, un passo importante per costruire sinergicamente quel ponte di conoscenza reciproca che da anni porta milioni di polacchi nel nostro territorio.
2011 Fondazioni Calabria | informazioni legali | Credits                                                 logo imes
 
- Istituto di Studi Cassiodoro e sul
  Medioevo
- Fondazione Odyssea
- Fondazione Calabria Scienza Oggi
- Fondazione D'Ettoris
- Fondazione  Calabriautonomie
- Fondazione Ferramonti 
- Fondazione M. Rotella 
- Fondazione IMES 
- Centro RAT
- Associazione Culturale AM
  International
- Fondazione Corrado Alvaro
- Fondazione Vincenzo Padula 
- Fondazione Rubbettino
- Fondazione Mario Teti 
- Centro Internazionale di Studi
  Gioachimiti di San Giovanni in Fiore
- Fondazione A. Guarasci 
- Fondazione G. Mancini
- Fondazione G. Morelli
- Fondazione R. Lanzino
- Fondazione F. Seminara
- Fondazione I Sud del Mondo
- Fondazione MuSaBa
- ACAI
- ICSAIC
- Fondazione Piccolo Museo San
  Paolo
- Istituto di epistemiologia "La
  Magna Grecia"
- Fondazione Rhegium Julii
- Fondazione I. Falcomatà 
- Fondazione Mediterranea Terina 
- Fondazione Angelo Frammartino 
- Associazione Teatro Calabria
- Fondazione L.A.L.E.O