Attività delle Fondazioni >> Fondazione Corrado Alvaro
 
Indirizzo VIA GARIBALDI, 8
Città SAN LUCA (RC)
CAP 89030
Recapito telefonico 0964.986017
Fax 0964.986081
E-mail fondazione.alvaro@tiscali.it
Orari Apertura  
Presidente PROF. ALDO M. MORACE
Segretario SEBASTIANO ROMEO

La Fondazione culturale, intitolata allo scrittore Corrado Alvaro, è nata nel gennaio del 1997, dalla felice intuizione di alcuni cittadini ed intellettuali di San Luca, tra i quali il prof. Stefano De Fiores teologo, ordinario di Mariologia alla Pontificia Università Gregoriana, e l’attuale parroco e Superiore del Santuario mariano di Polsi d’Aspromonte, don Giuseppe Strangio, oggi vice Presidente, dalla lungimiranza dell’Amministrazione comunale del piccolo paese aspromontano, dalla disponibilità delle istituzioni regionali e provinciali e dalla presa di coscienza, specie delle giovani generazioni, del valore, anche come risorsa, della figura di Corrado Alvaro.
San Luca è un paese estremamente marginale ed emarginato, ai piedi del massiccio dell’estremo Appennino meridionale, privo di risorse se non di quelle rappresentate dalla sua natura incontaminata. Un paese che, per errori di pochi suoi figli, ha conosciuto l’ignominia della cronaca e della cattiva stampa. In questo contesto, la Fondazione Corrado Alvaro rappresenta oggi, assieme al grande Santuario mariano, la principale risorsa per il riscatto civile e culturale dei giovani di San Luca e costituisce il baluardo, da potenziare, contro l’avanzare delle forze dell’arretratezza.
Essa si è imposta anche come uno dei maggiori centri promotori della cultura calabrese, proiettandosi in ambito nazionale ed internazionale, come attestano le iniziative prodotte. La sua attività è affidata ad un Comitato Scientifico in cui figurano alcuni tra i nomi più illustri dell’Accademia letteraria: italiana: Gianvito Resta, Accademico dei Lincei; Angelo Raffaele Pupino, Presidente dell’Associazione dei Contemporaneisti, Nino Borsellino, Giulio Ferroni, Pasquale Tuscano, Vicente Gonzales Martin, Raffaele Sirri, Nicola Merola, per non citarne che alcuni tra i più noti.

Nel corso del decennio la sua azione è stata intensa e qualificata, anche in presenza di scarse risorse e di strutture precarie o quasi inesistenti. Sarebbe lungo l’elenco di tutte le attività culturali promosse e realizzate in questi anni. Basti ricordare i tanti convegni celebrati in moltissime città italiane: Napoli, Assisi, Roma (nel Museo capitolino e nel Teatro dei Dioscuri), Vallerano, Torino, Milano, Cosenza, Reggio Calabria, San Marco Argentano, Acri, Chiavari, Porto Santo Stefano, Trieste, Genova ed all’estero: Madrid, Salamanca, Berlino; le mostre fotografiche, editoriali e documentali ad Assisi, a Roma, a Bologna, a San Marco Argentano; i corsi di scrittura creativa tenuti da grandi maestri, scrittori e giornalisti come Vincenzo Consolo, Adele Cambria e Luca Desiato; le dieci edizioni del Premio letterario Corrado Alvaro, collocatosi tra i più rinomati d’Italia; l’importante attività editoriale con la pubblicazione di diecine di volumi, tra cui alcuni reprint dello stesso Alvaro e molti atti dei convegni realizzati.
Tutto questo è stato prodotto con il solo lavoro dei volontari impegnati nella Fondazione, nessuno dei quali percepisce alcunché, se non per il rimborso delle spese (e spesso neppure quello). Molto si deve anche a Don Massimo Alvaro, Presidente onorario, fratello prete dello scrittore, purtroppo scomparso recentemente, che donò la casa degli avi alla Fondazione.
I risultati di questo lavoro sono leggibili sul sito Web della Fondazione: www.fondazionecorradoalvaro.it, ricco di notizie e di riferimenti bibliografici sull’autore e consultato dagli studiosi di tutto il mondo, e dalla constatazione che la conoscenza dell’opera alvariana e della cultura calabrese si sta implementando anno dopo anno, come mostrano l’aumento costante ed esponenziale degli studi critici, delle traduzioni in altre lingue, dei convegni e seminari di studio e delle numerose tesi di laurea sull’opera dell’autore, discusse nelle varie università.

È da rimarcare la valenza sociale che tale attività ha rivestito e riveste, dal momento che essa è stata prodotta nell’ambito di un territorio sinora noto al pubblico soprattutto per fatti criminosi, e dove è difficile operare. Con la perseveranza e la buona volontà e con l’aiuto delle istituzioni, essa ha consentito di riscoprire il valore e il propagarsi di una cultura plurisecolare, di altissima valenza; e la Fondazione è divenuta un avamposto di legalità, di orgoglio identitario e di speranza nel riscatto civile ed economico.

ATTIVITA' SVOLTE NEGLI ULTIMI 3 ANNI

2008.
1) San Luca. Convegno e presentazione del volume: "Immagini di un cammino (1997-2007) Storia fotografica della Fondazione”, per i 10 anni della Fondazione.
2) Trieste. Mostra fotografica su Alvaro e l’Aspromonte di Alvaro, convegno su: Alvaro e l’Europa e presentazione della ottava edizione del Premio Letterario C. Alvaro.
3) San Luca. Consegna premi dell’ottava edizione del Premio Letterario Nazionale C. Alvaro e mostra fotografica.

2009.
1) Convegno a Reggio Cal. Con la MOD (Società Italiana per lo studio della modernità letteraria) su. “L’uomo è forte”.
2) Collaborazione al film-documentario ““Nella terra di Melusina”, di A. Renda e presentazione in anteprima a San Luca.
3) San Luca. Convegno e presentazione del libro“Da Polsi a Loreto con Maria nel cuore” edito dalla Fondazione.
4) San Luca. Convegno e presentazione del libro: “Nato a San Luca”, di Antonio Pelle, lo stesso titolo tradotto dall’editore Koinè di Roma in italiano dall’edizione tedesca “Geboren in San Luca” dell’editore tedesco Verlag Langen-Müller.
5) Napoli. Convegno su: "La modernità di Alvaro” all’Istituto “L’Orientale” di Napoli e presentazione della nona edizione del Premio Letterario Nazionale C. Alvaro.
6) San Luca. Nona edizione del Premio Letterario Nazionale C. Alvaro.
7) San Luca. Convegno con la Camera Minorile di Locri, dal titolo: “Diritti dei minori nella famiglia e nella società. Dall’epoca di Alvaro ad oggi”.

2010.
1) Roma. Convegno e presentazione del Premio Letterario Nazionale C. Alvaro con consegna targhe all'On. Giuseppe Accroglianò presidente dell’ass. “C3 International” e a Gennaro Amoruso presidente dell’ass. “Calabresi nel Mondo”. Targhe al sindaco di Roma G. Alemanno ed al consigliere delegato per i rapporti con le comunità calabresi On. D. Naccari.
2) San Luca. Consegna premi della decima edizione del Premio Letterario Nazionale C. Alvaro.
3) San Luca. In collaborazione con la Camera Minorile di Locri convegno su: “Etilismo, Famiglia e Minori”.
4) Milano. Convegno su: “Alvaro ed il nuovo meridionalismo” con la Federazione Nazionale dei Circoli Calabresi di Milano, presente il sindaco L. Moratti.
2011 Fondazioni Calabria | informazioni legali | Credits                                                 logo imes
 
- Istituto di Studi Cassiodoro e sul
  Medioevo
- Fondazione Odyssea
- Fondazione Calabria Scienza Oggi
- Fondazione D'Ettoris
- Fondazione  Calabriautonomie
- Fondazione Ferramonti 
- Fondazione M. Rotella 
- Fondazione IMES 
- Centro RAT
- Associazione Culturale AM
  International
- Fondazione Corrado Alvaro
- Fondazione Vincenzo Padula 
- Fondazione Rubbettino
- Fondazione Mario Teti 
- Centro Internazionale di Studi
  Gioachimiti di San Giovanni in Fiore
- Fondazione A. Guarasci 
- Fondazione G. Mancini
- Fondazione G. Morelli
- Fondazione R. Lanzino
- Fondazione F. Seminara
- Fondazione I Sud del Mondo
- Fondazione MuSaBa
- ACAI
- ICSAIC
- Fondazione Piccolo Museo San
  Paolo
- Istituto di epistemiologia "La
  Magna Grecia"
- Fondazione Rhegium Julii
- Fondazione I. Falcomatà 
- Fondazione Mediterranea Terina 
- Fondazione Angelo Frammartino 
- Associazione Teatro Calabria
- Fondazione L.A.L.E.O