Attività delle Fondazioni >> Circolo Culturale Rhegium Julii
 
Indirizzo Via  Vecchia Pentimele 11 
Città REGGIOCALABRIA
CAP 89121
Recapito telefonico 0965/43020     3479252682
Fax 0965/43020
E-mail rhegiumjulii@libero.it
Orari Apertura Mattina     10/12       pomeriggio  17/19
Direttore GIUSEPPE  CASILE   (presidente)











Il Circolo Rhegium Julii è un’associazione apolitica, non ha fini di lucro e ha lo scopo di promuovere riunioni, organizzare convegni, mostre d’arte, premi letterari. Valorizza uomini ed idee della nostra terra attraverso la ricerca e la pubblicazione di opere letterarie (saggi, racconti, romanzi, poemi, testi teatrali).
E ciò nel quadro della promozione del libro e della lettura in Calabria, per veicolare nel Paese una diversa e positiva immagine della nostra regione, come contrappunto alla stereotipata e negativa concezione di terra di mafia ancora, purtroppo, molto diffusa.
Nell’ottobre del 1968, in un’Italia in cui la fase di rinnovamento e di rivoluzione culturale e sociale esplodeva investendo il mondo della scuola, un gruppo di giovani decise di creare un’associazione per attrarre anche nella città di Reggio e in Calabria i flussi di modernità che provenivano dal resto del Paese, con l’idea di contrapporre all’individualismo esasperato della gente del Sud un sano protagonismo partecipato aperto a ben più ampio
orizzonte.
A ciò si aggiungeva la necessità di valorizzare beni e attività culturali in grado di aumentare l’attrattiva del territorio, per rafforzare la coesione sociale, per migliorare la qualità della vita dei residenti e mobilitare significativi flussi di visitatori e turisti.
Il Circolo Rhegium Julii, il cui atto deliberativo è stato formalizzato il 21 giugno 1983, ha inteso porsi, da subito, nella realtà dell’Area dello Stretto come centro e strumento di promozione del libro e della lettura che privilegiasse il mondo della scuola e dei giovani, per uscire da un provin-cialismo mortificante grazie al costante e proficuo confronto con i maggiori esponenti della letteratura nazionale ed internazionale.
Partendo dal motto: “L’Arte di Leggere, il Vizio di Scrivere”, il circolo Rhegium Julii, già dal primo incontro con Raphael Alberti (1969) ha inteso dare un segno efficace del cambiamento e della vivacità in una città “addormentata”, divenendo in pochi anni l’associazione culturale più prestigiosa del Mezzogiorno d’Italia

ATTIVITA' SVOLTE NEGLI ULTIMI 3 ANNI

In quarantatre anni di ininterrotta attività, attraverso i suoi programmi, il Rhegium Julii ha perseguito, e persegue, una politica culturale tesa da una parte a scoprire e valorizzare le potenzialità artistiche della nostra terra, dall’altra ad accentuare le occasioni di incontro e di confronto fra il mondo della scuola e dei giovani e quello della creativià. Da qui la realizzazione degli Incontri con l’autore, degli Inviti alla Lettura, dei Viaggi nell’Anima, del progetto Per amare il libro (per gli Istituti Superiori), patrocinati dal Ministero dei Beni Culturali, che ha riconosciuto lo stesso come meritevole del Primo Premio nel concorso per un progetto per la promozione del libro e della lettutra.
Iniziative che hanno permesso alla città di Reggio e all’Area dello Stretto, di essere interessate (da gennaio a dicembre) da una vasta raggiera di pulsioni culturali che vede nei Premi Rhegium Julii e Città dello Stretto i momenti più esaltanti, che hanno permesso tra l’altro la concessione dell’Alto Patronato del Presidente della Repubblica per il Quarantennale. Presidente che ricevendo i dirigenti del Circolo al Quirinale il 3 aprile 2008, ha voluto premiarli per l’impegno profuso nella diffusione della cultura.
Il Premio Internazionale Rhegium Julii (che gode del patrocinio dei Ministeri Beni Culturali –Pubblica Istruzione e della Regione Calabria, ha festeggiato i suoi quarantatre il 6 novembre presso il Teatro Cilea di Reggio Calabria, con la cerimonia di premiazione dei vincitori dell’Edizione 2010.

Questi i vincitori che hanno ricevuto i Premi per il 2010:
-Per la narrativa (premio Corrado Alvaro) Marta Morazzoni
-Per la saggistica (premio Italo Falcomatà) Massimo Teodori; (premio Leonida Repaci) Gian Luigi Beccaria
-Per il giornalismo (premio Rastignac), Roberto Alajmo
-Per la poesia (premio Lorenzo Calogero) Maria Luisa Spaziani
-Per un saggio sul Mezzogiorno (premio Gaetano Cingari) Pino Aprile

Nell’ambito del Premi un riconoscimento speciale è stato assegnato allo scrittore Sergio Zopp. Per l’occasione è stata consegnata alla vincitrice del premio Inedito, intitolato a Gilda Trisolini, Letizia Dimartino la prima copia della silloge Metallo.
Il Rhegium Julii ha accentuato nel triennio il coinvolgimento del mondo della scuola e dei giovani in un’impresa non facile. Infatti, vincitori e giurati ogni anno vengono impegnati in una serie di presentazione di libri e conversazioni con gli studenti di ben 11 Istituti Superiori della Provincia di Reggio Calabria.
Ma il circolo culturale Rhegium Julii non è solo una apprezzata macchina organizzativa. Esso stesso è diventato luogo permanente di interscambio del pensiero degli intellettuali calabresi. La Stanza “Gilda Trisolini”, la Biblioteca “Emilio Argiroffi”, attraverso l’attività del Cenacolo dei Poeti sono diventati luoghi dove viene garantita la viva presenza della poesia. Gli incontri settimanali, nati per confrontarsi sui temi più variegati, per mezzo dei versi e della parola, permettono l’affermazione di una scuola di giovani talenti, impegnati nella elaborazione di progetti (dal Premio Seminara al Premio Inedito, dal Premio On line..sull’onda del web agli Inviti alla Lettura a Parole e Musica), tesi al superamento delle discriminazioni etniche e sociali.
Negli ultimi anni il Rhegium Julii ha contribuito alla fruizione di nuovi “spazi culturali”, riuscendo ad trasformare alcuni luoghi adibiti all’evasione in spazi incantati dalle parole e dai pensieri. dallo spazio Agorà all’Oasi di Pentimele (luogo consacrato ai Caffè Letterari) ai giardini del Circolo del Tennis con le iniziative: Sport-Cultura, La Parola, il Suono, l’Immagine, L’altra Voce della Calabria.
Appuntamenti importanti realizzati dal Circolo che si svolgono d’Estate sono i Caffè Letterari che ogni anno vivono momenti di straordinario interesse nello scenario suggestivo dell’Oasi dove si alternano alcuni tra i maggiori interpreti della narrativa e del giornalismo italiano, mentre nello spazio Agorà, i giovani del Rhegium propongono i tradizionali Inviti alla Lettura. Originale, quanto accattivante, è poi l’esplorazione sulla letteratura, sulla musica e sul cinema, proposta ogni settimana da Orsola Toscano, che determina la scelta dei giurati popolari del premio “Seminara”.
Apprezzata innovazione, dal 2009, l’introduzione della formula dell’assedio nel dibattito che segue la presentazione del libro.
I Caffè, ogni anno, si concludono con l’incontro con i Protagonisti i tre vincitori del premio Rhegium Julii-Selezione Opera Prima, le cui opere, alla fine dello incontro, vengono sottoposte al giudizio della Giuria popolare per l’attribuzione del premio Fortunato Seminara.
Ogni anno i Giardini del Circolo del Tennis si aprono alle Parole e Musica proposte dal Rhegium Julii e dal Conservatorio F. Cilea.
Una menzione a parte merita il progetto Per amare il Libro: una iniziativa che riduce le distanze nello spazio e nel tempo, nutre la mente, sollecita la fantasia, desta la volontà, propone l’attitudine al fare nel mentre vivifica le capacità di analisi e la forza della sintesi. Questo, in sostanza, l’essenza di un progetto che coinvolge circa 400 giovani allievi di sette scuole superiori della città e della provincia reggina.
Un percorso, che si conclude con la consegna dei Premi Rhegium Julii-Recention ai ragazzi ritenuti più meritevoli.
Ogni anno il Rhegium garantisce la sua presenza alla Fiera del Libro di Torino presso lo stand della Regione Calabria con un fitto calendario di appuntamenti interessanti che, non a caso, attira l’attenzione di tanti visitatori, che con soddisfazione partecipano agli eventi tenuti nello spazio istituzionale. Alta, quindi, è “l’altra voce della Calabria” che si fa ascoltare a Torino anche attraverso le iniziative del Rhegium, che dedica il suo maggiore intervento alla presentazione dei Premi Rhegium Julii. Iniziativa che ha saputo conquistarsi una collocazione di primo piano nel vasto panorama dell’editoria italiana in quanto occasione e veicolo di diffusione delle migliori produzioni librarie nazionali ed internazionali.
L’attività di ricerca e di scavo nel sommerso nel triennio 2007/2010 ha dato buoni frutti, soprattutto nel campo poetico: grazie ad alcuni testi pregevoli di autori scoperti attraverso il concorso “Inedito”: da Identità spogliata di Benito Galilea ad Amorose strategie di Maria Grazia Lenisa, da Dintorni lontani di Elisabetta Viti a Metallo di Letizia Dimartino A ciò aggiungasi il quaderno (n° 5) dei poeti dell’Area dello Stretto, Da queste ombre (in vernacolo), la silloge poetica Terragra di Annamaria Barreca, la commedia in due atti Andropausa di Arturo Cafarelli, il poema Le azzurre sorgenti dell’Acheronte, oltre alla raccolta di versi e saggi critici:La pescatrice del Piano delle Fosse di Emilio Argiroffi, Canto d’amore di Caterina Morabito a…e dopo l’ermo colle (a cura dell’ARS), il volume I viaggi di Mintom e la quarta edizione de Il tempo rallentato di Gilda Trisolini.
Infine il Rhegium, grazie all’attività del gruppo giovanile, attraverso i progetti, ieri de: L’altra voce della Calabria, I colori dell’Uomo, I colori della Parola, I colori del Tempo, I colori dello Spirito, Andare oltre, ed oggi di Leggere per legittima Difesa, Cineforum, ScientificaMente, ha posto in discussione temi e problemi di grande attualità coinvolgendo le forze culturali locali e un pubblico sempre più numeroso.
Un’operazione di grande intensità culturale come si può evincere anche dagli Annuari 2008/2010 già in v.s. possesso

2011 Fondazioni Calabria | informazioni legali | Credits                                                 logo imes
 
- Istituto di Studi Cassiodoro e sul
  Medioevo
- Fondazione Odyssea
- Fondazione Calabria Scienza Oggi
- Fondazione D'Ettoris
- Fondazione  Calabriautonomie
- Fondazione Ferramonti 
- Fondazione M. Rotella 
- Fondazione IMES 
- Centro RAT
- Associazione Culturale AM
  International
- Fondazione Corrado Alvaro
- Fondazione Vincenzo Padula 
- Fondazione Rubbettino
- Fondazione Mario Teti 
- Centro Internazionale di Studi
  Gioachimiti di San Giovanni in Fiore
- Fondazione A. Guarasci 
- Fondazione G. Mancini
- Fondazione G. Morelli
- Fondazione R. Lanzino
- Fondazione F. Seminara
- Fondazione I Sud del Mondo
- Fondazione MuSaBa
- ACAI
- ICSAIC
- Fondazione Piccolo Museo San
  Paolo
- Istituto di epistemiologia "La
  Magna Grecia"
- Fondazione Rhegium Julii
- Fondazione I. Falcomatà 
- Fondazione Mediterranea Terina 
- Fondazione Angelo Frammartino 
- Associazione Teatro Calabria
- Fondazione L.A.L.E.O